Google+

martedì 20 novembre 2012

Il Faraone conquista tutti: El Shaarawy non si ferma più


L’attaccante del Milan con il decimo gol in campionato conferma di essere un vero talento e di sicuro avvenire

Mirko Scimemi
Il Piccolo Faraone allarga il suo regno. La doppietta con cui Stephan El Shaarawy ha regalato un insperato pareggio al suo Milan è l'ennesima conferma di quanto la giovane punta italo-egiziana possa davvero rappresentare il futuro, e non soltanto per i colori rossoneri. Stephan El Shaarawy è il giocatore del momento,il talentuoso attaccante del Milan che riempie le pagine dei quotidiani italiani dopo le sue prestazioni in campionato. Il Faraone si è preso il Milan e sta salvando la “pellaccia” a mister Allegri,è diventato fondamentale nell’economia del gioco milanista,i suoi movimenti sono letali per tutti,13 presenze con 10 gol sono un chiaro segnale. A proposito di gol: rischiamo di non trovare più aggettivi, perché la doppietta del San Paolo è l'ennesima conferma di un talento limpido, sublime. Il Milan ha trovato un potenziale fuoriclasse. Senza dubbio il suo exploit è stato agevolato dalla scarsa tecnica presente nelle file rossonere e dall’assenza ingombrante di un gigante come Ibrahimovic. Oggi tutti tessono le lodi di El Shaarawy,dal più scettico al tifoso più accanito e non potrebbe essere altrimenti,partita dopo partita conferma le qualità non soltanto segnando gol fondamentali,ma recuperando palloni in difesa lanci lunghi per i compagni di reparto e tanta corsa.Nei post-partita dedica i gol alla squadra dimostrando di avere carattere a sufficienza per essere il vero trascinatore di una squadra in completa deriva. L’ex Genoa dovrebbe essere preso come esempio da tutte le squadre italiane,ha mostrato che anche nelle nostre primavere possono sbocciare giocatori di grande talento,vedi Verratti (ora perno del centrocampo del PSG). La mentalità del calcio italiano deve cambiare,dobbiamo dare una svolta a questa crisi che ci sta allontanando sempre di più dalle grandi del panorama mondiale,un gap che nemmeno la Juventus campione d’Italia riesce a colmare. Credere nei giovani talenti per ripartire e tornare a primeggiare in Europa e nel Mondo, El Shaarawy su tutti!



Mirko Scimemi